Scrivi per cercare

Primo Piano

C’è un problema a Est

Condividi

Come sono severi gli europarlamentari che stanno esaminando i candidati per la Commissione presieduta da Ursula van der Leyen. Due sono già stati bocciati. Si tratta di Rovana Plumb, rumena, e di Laszlo Trocsanyi, ungherese. La Commissione giuridica dell’Europarlamento li ha giudicati inadatti a svolgere le loro funzioni per conflitti di interesse rispetto alle previste deleghe a Trasporti e Allargamento. Lo stop li ha bloccati ancor prima delle audizioni. E Ursula van der Leyen dovrà vagliare altri nomi. Ma oggi durante la sua audizione anche il commissario polacco designato all’Agricoltura Janusz Wojciechowski non è andato benissimo davanti al Parlamento europeo. Rimandato. Dovrà sottoporsi ad un ulteriore esame. Ahi ahi. Il fatto è che tutti i tre gli infelici aspiranti commissari vengono dall’Est Europa. Potrebbe profilarsi all’orizzonte un guaio diplomatico. Come mai la scure si abbatte sempre proprio su loro, espressione dei Paesi economicamente più depressi e di Governi sovranisti come quello di Orban? Al di là di come la si pensi e delle posizioni politiche potrebbe nascere un sentimento di frustrazione in quell’area dell’Europa dall’esito imprevedibile. Forse sarebbe il caso di rifletterci.

Share
Articolo precedente
Prossimo articolo

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Prossimo