Tag Archives: 5Stelle

Centrodestra al capolinea

La crisi del centrodestra moderato è tutta nella lettera che Berlusconi ha inviato al Corriere, scritta nel giorno delle amministrative che hanno confermato la supremazia della Lega su Forza Italia. Il leader di FI traccia la sua analisi politica e poi indica la soluzione: cambiare. Le ricette non sembrano così di impatto: un vicepresidente, un comitato esecutivo, un coordinatore nazionale, giovani coordinatori virtuali. Non è questo però che importa, le formule si trovano. Berlusconi si ferma qui. Ma il dado è tratto, o quasi. Qui o si cambia o si muore. E a pagare sarà l’Italia. Un Paese con un governo cosiddetto populista, ma dove la metà degli elettori diserta le urne. Chi rappresenta quella metà? Dovrebbe rappresentarla un’opposizione degna di questo nome. Esiste oggi in Italia? La risposta è no. Va ricostruita. E per farlo si dovranno trovare la spinta e le ragioni profonde. Non serve dire: noi siamo i razionali, siamo i liberali, siamo i competenti, siamo quelli di buon senso. Questo è davvero insopportabile. Bisogna dimostrare di avere idee e di saper lavorare. C’è un problema di leadership? Quelli che finora sono stati in prima linea, dovrebbero aiutare a costruire una nuova classe dirigente. Finora quando hanno visto qualcosa di nuovo hanno lavorato per abbatterlo. Soprattutto se mostrava di avere qualche qualità. Adesso bisogna avere il coraggio di cambiare. Anche chi sostiene il governo 5S/Lega credo si auguri che in questo Paese ci possa essere un’alternativa.

WhatsAppCondividi

Si torna a votare

elezioni

Tutti dicono no. Berlusconi dice no al populismo (dei 5S); Renzi dice mai coi grillini e mai coi leghisti. Le sfumature poi cambiano in Forza Italia e nel Pd a seconda di chi ci parla e del suo posizionamento. Per esempio oggi tuona Brunetta: non voterò un governo leghista-grillino, obiezione di coscienza. Anche Di Maio e Salvini dicono no, ma – attenzione – non l’uno all’altro, bensì a Forza Italia e al Pd. Tra i due a quanto sembra c’è feeling. Senz’altro li avvicina l’alto gradimento degli elettori. Salvini riuscirà a trovare un accordo con Di Maio che includa la coalizione di cui è parte? Difficile. Si tornerà a votare, speriamo con un’altra legge elettorale.