Donare sangue conviene

Oggi si celebra la Giornata Mondiale del Donatore di sangue. A Milano nel 2017 hanno donato il sangue in 50mila, per un totale di 86784 sacche (circa la metà ha quindi donato 2 volte). In totale 39mila litri di sangue. Ancora poche per coprire il fabbisogno degli ospedali milanesi che si aggira sui 60mila. A Milano vengono trasfuse 120 unità al giorno, ciascuna da poco meno di mezzo litro. Diverse le motivazioni di chi dona. Non c’è solo, ci mancherebbe, la generosità: è anche un fatto salutare perché consente un controllo costante. Al donatore vengono effettuati gratuitamente esami molto completi. Per chi ha la fortuna di avere un lavoro c’è anche il giorno di riposo. Donare a Milano è particolarmente facile: sono decine i punti di prelievo dal centro ai quartieri. Uno tra i più noti è il Padiglione Marangoni al Policlinico. Centralissimo, a pochi passi dal Duomo e comodo per chiunque. E’ una struttura di eccellenza internazionale, molto efficiente, aperto dal Lunedì al Sabato dalle 7.30 alle 14 (Via Francesco Sforza, 35). Ma tutti gli Ospedali cittadini offrono lo stesso servizio. I numeri raccontano che i milanesi donano pochino. Forse hanno da fare, da lavorare. Un incentivo può arrivare dal costo degli esami: effettuare (anche con il Servizio pubblico) gli stessi controlli costa minimo 80 euro. Bei dané.

WhatsAppCondividi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.